Progetti nel vuoto

a cura di Marina Spreafico

23 ottobre 2017

ore 21.00

Molte città sono scomparse, per opera del tempo, delle guerre, delle sommosse politiche o religiose, per terremoti e altre cause naturali, o semplicemente per abbandono.
Della maggior parte di queste città scomparse non resta traccia, né resta il nome, e il ricordo si è cancellato con lo scorrere delle generazioni.

A volte sono emersi i nomi di antiche città, custoditi da qualche storico che ne ha fissato il ricordo in un certo momento del tempo.

Molte di queste città erano state sede di culti famosi, di oracoli, di templi. Erano abbellite da magnifiche opere d’arte, come oggi Venezia o Firenze.

Molti architetti, poeti, ingegneri, restauratori, operai… le avevano pazientemente ideate, costruite o ricostruite.

Molti archeologi ne hanno ritrovato qualcheduna, sotto le sabbie dei deserti, sotto le acque del mare, sotto altre città.

A nostra volta noi le calpestiamo, distruggiamo e ricostruiamo senza neanche rendercene conto.
Dove camminiamo? Su quali tesori nascosti mettiamo quotidianamente i piedi?
Questa serata breve vuole essere un momento di meditazione e – speriamo – di emozione a partire da questa riflessione.

Da anni l’Arsenale e la Scuola di Architettura del Politecnico di Milano collaborano nella realizzazione di programmi di studio, performance e pubblicazioni. Recentemente il Politecnico ha attivato una serie di doppie lauree (double degree) in vari luoghi del mondo. Tra questi è particolarmente importante la collaborazione con la Jiaotong University di Xi’an (Cina), dove sarà presto costruito un edificio nel quale saranno collocati molti dipartimenti del Politecnico. Questo è l’ambito in cui si colloca un periodo di studio con la presenza di 15 studenti cinesi a Milano. Tema del workshop, coordinato dal prof. Pierluigi Salvadeo, è un’ipotesi di Urban Center a Milano. Marina Spreafico è intervenuta nel percorso di progettazione. I plastici degli studenti saranno il fulcro della performance.

performance a cura di Marina Spreafico

con la collaborazione di Giovanni Di Piano

partecipano

Giovanni Di Piano, Nana Funabiki, gli studenti del secondo anno di Scuola Teatro Arsenale: Veronica Del Vecchio, Greta Di Lorenzo, Ian Gualdani, Alessandro Piccolo, Alessandro Pozza, Margherita Serra, Barbara Villa - docenti Marina Spreafico e Kuniaki Ida

e i modelli di architettura del workshop di progettazione della Scuola di Architettura, Urbanistica, Ingegneria delle Costruzioni del Politecnico di Milano e della Jiaotong University of Xi’an (Cina) - Professori Pierluigi Salvadeo e Chen Yang

ambientazione sonora Walter Prati

luci Christian Laface