Donne con un problema molto attuale

di Liliana Paganini

          Donne con un problema molto attuale riunisce due pièces scritte dall’attrice, autrice e regista Liliana Paganini,  Il problema Una signora complessa.

          Il problema racconta di una madre che, dopo aver trasferito sulla figlia tutte le sue aspettative culturali e sociali, una notte si precipita a casa di un’amica a chiedere aiuto per la risoluzione del problema Davide: un bellimbusto, senza arte né parte, del quale si è incapricciata la figlia Serenella…

          Una signora complessa ci mostra una donna cinquantenne che apre la scatola di Pandora della sua vita rispettabile e borghese, rivelando il marcio che si cela sotto l’immagine di una vita coniugale irreprensibile e di una famiglia felice.

          I due monologhi sono stati ispirati dalla richiesta di partecipazione alla rassegna “Donne in amore” a Roma, a cura di Virginia Barret, che riunisce autrici teatrali impegnate a rappresentare la condizione femminile, ponendo un accento particolare sulla sfera dei sentimenti, tradizionalmente legati al mondo femminile.

          Le due protagoniste rappresentano due tipologie di donne dei nostri giorni e forse non solo: la prima, una madre totalmente identificata nella figlia, può ricordare il personaggio di Anna Magnani in “Bellissima” di Visconti, trasportato in ambiente borghese dove il “buon matrimonio” diventa l’aspirazione massima. La seconda è la “buona moglie” che assolve il suo compito nella banale vita quotidiana senza porsi né porre domande finché la realtà le si impone attraverso lo schermo televisivo.

          Questi due sono ritratti di situazioni portate alle estreme conseguenze e ci vengono raccontati in confidenza, in amicizia. E perciò uno spazio così raccolto e concentrato come quello del Teatro Arsenale è ideale per la loro rappresentazione.

          Poiché lo spettacolo è, in pratica, assimilabile al ritratto, la scena sarà ispirata alle gallerie di ritratti, evidenziandone un dettaglio. In fondo la riproduzione di un acquerello della stessa Liliana Paganini, astratto ma molto allusivo, inquadrato in prospettiva. Due ritratti femminili in cui cambia l’immagine realistica, la donna, in un’ottica di sfondo.

 

Liliana Paganini
Attrice, autrice e regista. Diplomata in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Roma e laureata al DAMS di Palermo nella Specialistica dello Spettacolo Multimediale. Dopo aver frequentato la scuola di Jacques Lecoq a Parigi, lavora con alcuni fra i più importanti registi della scena italiana. Come autrice ha scritto diverse favole e sceneggiati radiofonici per i programmi RAI. Fra i testi teatrali di sua produzione “Incontri” e “Amore e crisantemi” sono stati segnalati al premio Vallecorsi. Ha curato la regia di alcuni Corti in digitale tra i quali “Riunioni di gabinetto”, esperimento di soap-opera per cellulare (Premio Nanni Loy al Festival di Mompeo) e “Concerto per il Cristo Velato” con Nello Mascia, tratto da un poemetto del poeta siriano Adonis.

Il problema

interpretato da Cristina Fondi
diretta da Gabriele Tozzi


Una signora complessa

interpretato da Liliana Paganini
diretta da Liliana Paganini

luci
Piera Rossi

il disegno del fondale è di
Liliana Paganini